LA BIOGRAFIA DEL CASTELLO


1348: Luchino Visconti, Signore di Milano e Feudatario di Cherasco, lo fece costruire in stile milanese, unico in provincia di Cuneo.
1356: La regina Giovanna D'Angiò , detta "La Pazza", fece cadere nel trabocchetto di una torre l'amante presentatosi troppo stanco all' incontro.
1368: Violante Visconti, nipote di Luchino, vi sposò Lionel di Clarence, figlio di Edoardo III di Inghilterra, che morì poco dopo, in Alba, per indigestione di tartufi.
1551: Il capitano di ventura Gerolamo Sacco di Pavia vi resistette, senza viveri, con i suoi uomini all' assalto dell' esercito francese.
1686: 2000 valdesi vi furono imprigionati per un anno: ne uscirono vivi solo 800.
1705: Le macerie del gran torrione rotondo vennero riutilizzate per la costruzione del Santuario della Madonna del Popolo.

1905: L'architetto Pietro Betta, allievo dell' architetto De Andrade, ne restaurò le torri e l'ala est, mentre venne impiantato un giardino in stile romantico.

All rights reserved - © 2017 Nel giardino del Castello

Castello Visconteo